Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli puoi leggere la seguente Informativa estesa.

Incubi e Meraviglie di Marco Lazzara (mini meme)




Sono stato nominato di nuovo, a distanza di pochi giorni dalla nomination di The Obsidian Mirror, per un meme. Stavolta a farlo è stato lo scrittore e blogger Marco Lazzaraautore a oggi (Marzo 2016) di due libri pubblicati: Incubi e Meraviglie e Arcani. Il meme da lui proposto è ispirato al primo titolo ed è in realtà un mini meme, con appena tre regolette veloci veloci da seguire.


1) Rispondere a due domande ispirate al titolo Incubi e Meraviglie:
  • Qual è stato il vostro peggior incubo?

  • Cosa vi desta maggiore meraviglia?

Ed ecco subito le mie due risposte:

  • Non posso garantire che sia stato il mio peggior incubo in assoluto ma di certo è quello più significativo, visto che il suo ricordo mi accompagna fin dall'infanzia più remota. Questo incubo l'ho sognato infatti da piccolissimo, quasi certamente prima del mio secondo compleanno:

    Sono seduto davanti alla mia abitazione, sul quadrato di marmo posto alla sommità di una delle due colonne laterali del cancelletto che apre sul cortile. In piedi accanto a me e alla colonna si trova uno dei miei due nonni, il padre di mia madre per la precisione, che fa molta attenzione a che io non cada o mi faccia male in altro modo. Sembra però trovare del tutto normale o non accorgersi di qualcosa di orrendo che è successo al mio corpo: il mio braccio destro si è come svuotato e afflosciato e poggia inerte e inutilizzabile, al di là del controllo della mia volontà, sul quadrato di marmo dove sono seduto. La mia reazione è a questo punto, nel constatare che il mio braccio è come morto e separato da me, la sola possibile per un bambino di quell'età: un pianto impotente e disperato che mi fa subito svegliare.

    Non ho mai fatto nessuna fatica a riconoscere, tra le cause di questo sogno, l'impressione che aveva su di me a quel tempo la vista dei guanti di gomma che mia madre usava per lavare i panni. Non c'era giorno che non li avessi sotto gli occhi in giardino, nella zona bucato, abbandonati per la maggior parte del tempo a se stessi sopra il lavello in pietra o su una mensola di legno.

  • Quel che mi desta una meraviglia inesauribile, praticamente da sempre, è lo sterminato corpus di miti e tradizioni popolari che accompagna l'umanità fin dai suoi primordi e le cui vere origini si perdono nella notte dei tempi. E' esattamente questo il filo invisibile che unisce tra loro buona parte dei post del mio blog, che non per niente riporta nella sua testata, subito sotto il mio nome, la dicitura Cronache del Tempo del Sogno. Ma se in alcuni casi, per esempio nella serie sul Re dei gatti, questo filo esce manifestamente allo scoperto, in molti altri è quasi impossibile da riconoscere. E tuttavia, in qualche modo, è presente. (Aggiungo di passaggio, a proposito del Re dei gatti, che se va a buon fine la lunghissima serie di post che sto preparando sull'argomento, ci saranno sviluppi importanti nei prossimi mesi).

* * *


2) Inserire una foto della copertina del libro. (E che credevate? Che mi avesse nominato a gratis?). Eccola:



Non è facile da individuare a prima vista, ma nella metà superiore dello sfondo fa bella mostra di sé il volto di un alieno stile Roswell. Mentre per i dettagli sul volume, i suoi contenuti e le modalità di acquisto vi rimando direttamente al blog di Marco, Arcani.

* * *


3) Nominare due persone come prosecutori del meme. Ho deciso di chiamare in causa, sperando che a loro non dispiaccia troppo, due dei miei ultimi "acquisti" nella blogosfera: Glò del blog La nostra libreria e A.H.V. del blog Sicilianamente. Glò e Alessia, che ne dite?
E a ulteriore beneficio delle mie due nominate, ma anche di tutti gli altri (ovviamente la partecipazione al meme è libera), riassumo qui in chiusura del post le istruzioni da seguire:

  • rispondere alle due domande sull'incubo e la meraviglia.

  • inserire nel post l'immagine del libro di Marco Lazzara.

  • scegliere due persone a cui passare il testimone et voilà...

Le jeux sont fait!
Buon mini meme a tutti!

* * *


Il dipinto in alto raffigura Bifrost, il ponte dell'arcobaleno della mitologia nordica. L'ho trovato in giro nel web. Non sono riuscito a risalire né al nome dell'autore né alla fonte originale.

Commenti

  1. Visto che rompiscatole approfittatore che sono? ;)
    L'incubo che hai raccontato era davvero terrificante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì davvero terrificante, per questo non l'ho mai dimenticato nonostante la giovanissima età.
      In quanto al meme, si è rivelato molto interessante... tutt'altro che una scocciatura :)

      Elimina
  2. Grazie per aver linkato i miei post!

    RispondiElimina
  3. Io un paio di incubi terrificanti ancora li ricordo, uno mi fece svegliare urlando: c'era un funerale, la bara veniva portata a spalla da quattro persone e io stavo nel corteo funebre. A un certo punto uno dei quattro portatori perde l'equilibrio, la bara si apre e il cadavere (già abbastanza decomposto) cade sopra di me e io resto steso in terra con la faccia del morto praticamente contro la mia...
    La meraviglia più grande che provo è quando leggo di gesti bizzarri, azioni curiose o qualunque altra cosa inusuale che esseri umani hanno realmente compiuto, e mi rendo conto di quanto sia immensa la portata delle nostre possibilità nel corso della pure breve vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'incubo che descrivi è un vero e proprio racconto dell'orrore :O
      La meraviglia invece la trovo molto filosofica, in sintonia con i toni di molti tuoi post.

      Elimina
  4. Oh! Era da tanto che non ricevevo nomination! :°D
    Quindi sebbene sia difficile che posti meme sul blog, dato il tuo atto gentile nei prossimi giorni vedrò di assolvere il compito! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me invece mi nominano di continuo! :D
      Ma alla fine la maggior parte dei meme si rivela utile, perché mi spinge a sviscerare...
      Grazie per avere accettato l'invito :)

      Elimina
  5. Il sogno legato ai guanti è inquietante !! OO
    Stasera tocca a me fare il meme :)

    Moz-

    RispondiElimina
  6. Partecipo e volentieri! ^_^
    Grazie!

    RispondiElimina
  7. Terrorizzato di guani di gomma? Beh.. io ero terrorizzato dal ferro da stiro. Un diverso tipo di horror casalingo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potremmo creare un'antologia ad hoc :D

      Elimina

Posta un commento

I tuoi commenti sono l'anima del blog. Il mio grazie se vorrai lasciare una traccia del tuo passaggio.

Post popolari in questo blog

10 serie a fumetti che hanno scandito i miei anni '70

Il libro azzurro della fiaba - I sette libri della fiaba Volume 1

Ivan e Maria (Иван да Марья)

Black & White & Sex Talks

Vikings S03 E07-10: La presa di Parigi

Insieme Raccontiamo 17: Omaggio a Malpertuis

Henry Miller e me - Breve invito a un meme sull'autobiobibliografia